718f4-aries

dal web

C’era una volta una bambina, poi ragazza, poi donna… come spesso accade, almeno alle più fortunate.
Nata sotto il segno dell’Ariete, un po’ scontrosa e timida ma decisa e forte.
Pervasa da un senso del dovere e della realtà ai limiti dell’umana sopportazione, stemperava in segreto questo lato prevalente del suo carattere leggendo tonnellate di libri e stordendosi di parole, rime, storie ed avventure, sognando di essere un pirata e immaginando di vivere (non si sa come, allo stesso tempo) intrighi amorosi e romantici.
Raggiunta l’età della ragione, abbandonò i pirati e gli intrighi romantici, ma continuò a perdersi in tragedie greche, vaneggiamenti filosofici e labirinti linguistici.
Dopo alcuni tentennamenti (ma forse più che altro sogni), tanto per tener fede al famoso senso della realtà decise di intraprendere una certa carriera, che per un po’ di tempo la rese felice di sè, delle proprie capacità e delle proprie scelte – tutte –  e placò il suo perenne senso di insoddisfazione.
Incapace di stare ferma e piena di energie, aveva in testa mille progetti e questo la faceva sentire viva.
Poi la vita come sempre ci mise del suo, e avrebbe potuto fare decisamente di meglio.
Tutto quello che sembrava felicemente al suo posto si sgretolò, prima poco alla volta e poi di schianto.
Lei fece finta di nulla, per quanto possibile; in fondo c’erano due ottime ragioni per andare avanti, e gli arieti reggono il gioco più a lungo di chiunque altro…..
C’è una donna, nata sotto il segno dell’ariete.
Regge il gioco pur avendo la forte sensazione che non sia più il suo, se mai lo è stato.
Restano due ottime ragioni per farlo, oltre al solito intollerabile senso del dovere e della realtà, ma le interessa sempre meno.
Non riesce più a progettare, figuriamoci a realizzare.
Rimpiange sempre più spesso pirati, intrighi romantici, tragedie greche, vaneggiamenti filosofici e labirinti linguistici….
Vorrebbe perdersi in uno di questi labirinti, uno qualunque, e non uscirne mai più.
C’era una volta, ma ora francamente non so più.
Annunci