Lei è suo padre fuori e sua madre dentro.
La guardo e rivedo me, allora e oggi, ansiosa di fare, smaniosa di vivere e con la sensazione (già a 12 anni…) che il tempo per fare  tutto quello che le frulla in testa non sarà mai abbastanza.
Ha sogni e progetti da vendere, e sono certa che molti restano gelosamente custoditi nel suo intimo; ancora non contempla, per fortuna, la possibilità che la vita abbia per lei programmi diversi.
Questa vita, lei che non ama sbagli ne’ equivoci,  vorrebbe che fosse corredata da istruzioni per l’uso; e invece le toccherà scrivere le sue personalissime istruzioni riga per riga, come a tutti.
Passa inosservata agli occhi di molti, e forse un po’ inizia a soffrirne, ma il mondo che ha dentro di sé l’aiuterà in molte occasioni a non sentirsi sola.
L’altra è sua madre fuori-ricci a parte-e suo padre dentro.
Attraverso di lei immagino come poteva  essere lui da bambino.
Ha una sensibilità ed un’emotività a me francamente sconosciute, che mi sembrano talora così “tante” da non riuscire a comprenderle ed apprezzarle appieno.
Per me rappresenta ancora un enigma, una costellazione di sorprese e di punti interrogativi; per una madre insicura come me è una sfida quotidiana, talora anche una fatica enorme ed una continua paura di sbagliare.
Sono certa che attraverso di lei la vita stia cercando di insegnarmi qualcosa che non riesco ad imparare.
Ha costantemente bisogno di sentirsi in un nido.. spero per lei che non debba essere necessariamente questo, ma se così sarà e se lei ne sarà realmente felice so arriverò a farmene una ragione.
La natura riesce davvero a mescolare gli ingredienti a disposizione fino a trovare ogni volta un equilibrio unico e diverso, suscitando meraviglia, orgoglio e frequente disorientamento in chi ha fornito gli ingredienti.
Annunci