Splende il sole, cantano gli uccellini, sul balcone saltella un grillo (cavalletta?) di circa 8 cm e il bucato asciuga alla velocità di maggio/giugno.

Però, innegabilmente, è Allouin e lo si desume da quanto segue.
Ho appena accompagnato Alice da un’amichetta, con una borsa al seguito contenente l’occorrente per trasformarsi in “sposa cadavere”; il tutto comprende camicia da notte della nonna, fiori finti rubati dal centrotavola per confezionare un bouquet stile wedding planners, un velo di tulle che fa un baffo a Kate Middleton e ombretto grigio per marcare le occhiaia. Mah….
A casa mia invece si sono accampate due truci adolescenti amiche di Elisa, con inquietanti maschere da morte/ pirata scarnificato/ diavolo, mantelli neri e ragnatele appese ovunque in camera di mia figlia, dove stanotte dormiranno in tre su materassi da campeggio.
L’organizzazione è stata complessa, non tanto per preparativi (hanno fatto tutto loro) ma perché ho dovuto assolutamente sbolognare fuori casa la piccola per consentire a Eli di festeggiare con le sue amiche come desidera e in santa pace.
Amiche delle quali una è assolutamente inseparabile e della quale è gelosissima; basti pensare che, siccome capita che la ragazzina sia anche cugina delle mie figlie, seppur di novantesimo grado, quando era piccola Eli diceva a sua sorella: solo io sono cugina di V, al massimo tu puoi essere cugina di suo fratello se ne hai voglia.
Prevedo un momentaccio quando stasera rientrerà alice e vorrà imbucarsi alla festa delle grandi….
Intanto, il sole va avanti a splendere ed il bucato ad asciugare; è già qualcosa.
Annunci