Da quando, circa tre anni fa, abbiamo cambiato casa e riusciamo finalmente andare a scuola a piedi (quando lo zaino da sherpa nepalese /borsa piscina/ libri per compiti di elisa da recapitare alla nonna lo consentono) lui è il nostro punto di riferimento per lo scorrere delle stagioni.
E’ un semplice arbusto di magnolia, come ce ne sono molti, ma Alice se ne è subito invaghita e scruta con attenzione ed impazienza ogni segno di primavera che da esso riesca a trapelare.
Per quest’anno la sua attesa è finita: da alcuni giorni lui è nel pieno della fioritura , che purtroppo dura sempre troppo poco.
Pazienza.
La vera primavera dovrebbe essere nel cuore, ma è così difficile …
Mi auguro che almeno lei riesca ad averla e conservarla, dall’alto dei suoi 11 anni domani.
Annunci