Sarah sembra un angelo, e forse di più.

E’ minuta, bionda, bellissima ed ha otto anni.
Partecipa a Junior Masterchef USA, è la concorrente più giovane, ma il particolare non la sfiora neppure.
Durante la prova di pasticceria,  dalla quale è stata esonerata in quanto vincitrice della prova precedente, ha confidato questa sua strategia di cui al titolo…. Il tutto mentre, dalla balaustra d’onore da cui assiste alla gara, con un sorriso per l’appunto angelico lancia una caramella ad uno dei suoi più temibili avversari, auspicandone a fior di labbra la prossima eliminazione.
Non sono riuscita a riprendermi dallo stupore, perché l’angelo undicenne seduta  al mio fianco sul divano ha preso a ridacchiare compiaciuta, confermando “sì, è vero! Si fa proprio così…”.
Ecco, stasera andrò a letto più perplessa del solito, e da domani mi porrò mille domande quando un bambino mi porgerà una caramella.
Ma una volta non era dagli adulti che ci si doveva guardare quando offrivano caramelle?
Annunci