Sono pronta ad essere additata come persona orribile e tendenziosa.. Me ne faccio sin da ora una ragione, con la sola premessa ( che neppure dovrebbe servire) che i morti sono morti, a prescindere da tutto il resto.

Detto ciò, e tenendo conto delle rare eccezioni ini cui mi sono imbattuta, mi chiedo:
Come mai ho la sensazione che ogni città / cittadina / villaggio / frazione/ comitato di quartiere etc.. per tacere di ogni straccio di social network e dei suoi impegnatissimi frequentatori si senta in dovere di organizzare manifestazioni, raduni, tè delle cinque e chi più ne ha più ne metta, per i poveri palestinesi mentre nessuno “fa un plissé” per gli  yazidi condannati a morire di fame, sete e altro sulle montagne irachene?
Forse ‘sti morti non esistono? I bambini yazidi sono meno bambini degli altri?
Così come a nessuno frega (cioè, pardon, importa) più niente di Ucraina, Siria, Sudan e quanto altro.
Allora il vero problema forse non sono i morti… dipende tutto solo da chi ti ammazza?
Sono arrabbiata.
Annunci