Domenica era una giornata uggiosetta. Fino a quando non ha deciso di iniziare a diluviare sul serio.. ma prima era solo uggiosetta.

Quindi ci siamo dirette senza indugio in libreria: occorre fare scorte per le vacanze, e non solo di libri assegnati dalle scuole. Quindi, espletata questa prima dolorosa ma necessaria incombenza, ci siamo sguinzagliate ognuna nell’angolo che riteneva più adeguato; io in primis all’angolo caffè,  da centellinare in santa pace mentre sfogliavo alcuni libri candidati alla scelta.

Mi piace davvero poter prendere un caffè in mezzo ai libri, trovo che l’uno sia di ispirazione per gli altri e viceversa.

Comunque, vi rendo partecipi delle mie scelte: casomai qualcuno di voi avesse già letto uno di questi libri, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate.

   

E poi quest’ultimo …. Il titolo un po’ improbabile mi ha incuriosito; in realtà è una seria riflessione storico culturale sul ruolo di questo animale nel corso dei secoli. Per certi versi sorprendente, giudicando dalla veloce scorsa che gli ho dato per il momento.

Belle belle, alla fine dei nostri acquisti ci avviamo alla cassa soddisfatte. E lì, mentre sono in coda, mi si affianca Alice, con un’espressione che – ahimè- conosco bene.

Mamma! Ho trovato il diario per il prossimo anno. Posso comprarlo adesso?

Anche no, grazie.

Annunci