Giusto ogni tanto, perché poi diventa faticoso.

http://www.huffingtonpost.it/2015/09/03/fermate-guerra-siria-bamb_n_8081718.html?utm_hp_ref=italy

Quindi non è poi così difficile…

Ci arriva persino un bambino siriano, certamente stanco, spaventato, che avrà visto cose orrende, che forse non si capaciterà neppure di essere ancora vivo.. ma che, con tranquillità incredibile, riesce ad esprimersi in inglese con un giornalista.

Un inglese che i nostri spocchiosi fanciulli non imparano neppure a suon di costosi soggiorni all’estero e litanie dei loro ancor più spocchiosi genitori, e che a lui serve per esprimere, con ammirevole serenità ed educazione, il concetto più elementare del mondo: fermate la guerra, e noi resteremo a casa nostra.

Come dire: cosa volete che ce ne importi della vostra preziosa Europa? tenetevela pure, aiutateci solo a restare al sicuro a casa nostra.

Abbiamo bisogno di altro? Chissà se in qualcuno degli innumerevoli urgentissimi vertici UE avranno considerato che di solito i problemi si risolvono partendo dall’inizio e non dalla fine. Basterebbero un po’ di coraggio in più e molti interessi in meno.

Chapeau bellissimo bimbetto, hai tutto il mio affetto e la mia ammirazione. Che purtroppo non ti serviranno a nulla.

Annunci