Così ripeteva come un mantra la bionda e per nulla esotica istruttrice di yoga. Sembra una frase tratta dall’Esorcista, ma non è così. 

Io entro anche… E magari ci resto, se mi trovo bene. Basta sapere cosa sia.  Quello l’ho scoperto dopo, a fine lezione, tanto per non farmi scappare da ridere anche la prossima volta. 

Perché la prossima volta ci sarà: la lezione di prova di yoga mi è davvero piaciuta, l’istruttrice ha una voce suadente dal lieve accento straniero che non ho  ben identificato, forse Europa dell’est. Non proprio “indigena” dello yoga, ma comunque brava. 

Vuoi vedere che ho trovato finalmente la mia disciplina? La lezione mi ha fatto sentire bene, anche se ho udito sinistri scricchiolii provenire da varie zone del mio corpo. 

Mi sono sentita in pace e rilassata per 90 minuti di fila.. Praticamente record del mondo per me. Non so se domani riuscirò a muovermi in modo decoroso, ma ne sarà valsa la pena. Anche solo per avere la possibilità di pensare “sono il maestro di me stessa, tendo verso la luce” ed altre amenità del genere senza sentirmi un’oca: tanto lo stavano facendo tutte. 

Ommmmmm cari lettori, presto entrerò nel mio asana del sonno … Ovvero posizione orizzontale. 

 E stasera me lo merito davvero. 

Annunci