Limiti enormi evidentemente, mi rendo conto di essere un individuo altamente imperfetto. Ma io questo non sarei mai riuscita a pensarlo, figuriamoci a scriverlo

"Non avrete mai il mio odio": la lettera del marito di una vittima di Parigi

 “..non avrete il mio odio per aver ucciso la madre di mio figlio di 17mesi.. e nemmeno il suo, perché per tutta la vita vi farà l’affronto di essere felice e libero”
Ora di questo post, tutti avrete certamente già letto lo scritto di questo compagno e padre.

Ecco, io non sono capace, pur non avendo perso nessuno in questo modo, di non provare almeno rancore – magari non odio- verso chi ha dimostrato un tale disprezzo per la vita, tanto di quelli che ha ucciso quanto di quelli che sono rimasti a piangere. E non so chi stia peggio.

Non sono capace. E’ un mio limite enorme. Posso anche vergognarmene, ma il limite resta.
Io, che a Parigi non ho perso nessuno, non sono capace.
Annunci